Recensioni

Sapessi, Luca

 

71Kd5HtV8GL._SL1500_.jpg

#prodottofornitoda# giacomo assennato

 

Oggi voglio riparlare di un libro che vi avevo segnalato tempo fa:

 

~Sapessi, Luca

~Autore: Giacomo Assennato

~Genere: Romance Contemporaneo M/M

Pagine: 198

~Pubblicato in Self Publishing

~Data di pubblicazione: 25 Marzo 2019

 

FB_IMG_1553767144256

 

~Trama:

Matteo ha solo 13 anni e mezzo quando scopre per la prima volta l’amore. È una sensazione forte, che lo stordisce e lo schiaccia. Ha sempre avuto chiaro tutto di quella cosa che porta dentro: sapeva che sarebbe successo e non se ne stupisce affatto. Aspettava soltanto di capire chi sarebbe stato.

Ed è per Luca, suo compagno di scuola, che Matteo proverà questa sensazione, che è così maestosa da lasciarlo senza fiato. Non glielo confesserà, perché sa che l’altro non saprebbe che farsene, e anche perché la vita li divide drasticamente.
Sono passati quindici anni e Matteo è un grafico pubblicitario, si è trasferito a Milano ed è circondato da tre amici fantastici: Leo, Karl e Davide. La sua è una vita bella, anche se non riesce a realizzarla completamente, bloccato com’è dalla storia che non ha mai avuto ma che sente essere l’unica che realmente l’aveva toccata nell’anima. Il resto non ci somiglia neanche un po’. Luca, e tutto quello che avrebbe voluto dirgli, sono i fantasmi che porta con sé. L’intrecciarsi della sua storia con quella dei tre amici lo accompagnerà in situazioni divertenti ma anche malinconiche che gli apriranno la strada alla vita.

 

~Considerazione personale:

Questa è una storia scritta con estrema semplicità e sentimento. È quasi elementare nel linguaggio, ma tale scelta fa si che arrivi dritta dove deve, senza giri di parole, senza colpi eclatanti. È una storia che si fa leggere piano, sottovoce.

L’autore racconta di un’amicizia, quella di Matteo e Luca, giovani, inconsapevoli, legati da qualcosa a cui entrambi non riescono a dare un nome. E non vi riusciranno mai perché Luca, improvvisamente, si trasferisce con la sua famiglia lontano dai luoghi in cui aveva vissuto sinora non facendo più ritorno.

Sarà proprio questo legame spezzato, il non sapere cosa sarebbe stato, il non conoscere che attanaglierà Matteo nei quindici anni successivi, impedendogli si aprirsi all’amore. Nonostante si presenti come un giovane uomo, dichiaratamente gay, con un lavoro stabile e amici a sostenerlo, il pensiero di Luca è costante.

E cosa accade se a causa di un evento traumatico i due si ritrovassero nuovamente insieme? E cosa accade se il suo migliore amico, Davide, nello stesso periodo capisce di essere innamorato dello stesso Matteo?

Ho apprezzato davvero tanto il personaggio di Davide, è il mio preferito: un amico leale, un ragazzo in grado di sacrificarsi per la felicità altrui, generoso e sensibile come pochi, non solo con Matteo ma anche nei confronti di Luca (capirete leggendo).

È una storia che ci fa riflettere, quasi con una malinconia di sottofondo, che ci sussurra di non restare ancorati al passato pensando alle possibili strade che non abbiamo percorso o che ci sono state strappate.  Ci grida di aprire gli occhi e guardarci attorno, perché la felicità è davanti noi, ma forse siamo troppo presi da noi stessi e ciechi per accorgercene. Ci parla dei legami forti, indistruttibili, di quelle persone, di quegli amici che non ti abbandonano nonostante tutto. Ci parla di famiglie, amorevoli che accettano i loro figli così come sono, perché l’omosessualità non è una condanna, ma una semplice condizione che ci contraddistingue, allo stesso modo del colore dei capelli o degli occhi. E ci parla anche di quelle famiglie, come quella di Davide, che lo definiscono mostro e pervertito.

È una storia che ti apre la mente se sai cogliere i suoi richiami e io non posso che non consigliarla. Vi farà ridere, riflettere ed emozionare. È una storia, vero, ma rappresenta la vita vera.

 

Detto questo, non aggiungo altro perché se vi ha incuriosito dovete leggerla…  posso solo rimandarvi al prossimo libro!

Grazie per esserci sempre.

Oggi si conclude il review party e voglio ringraziare l’organizzatrice e soprattutto l’autore che ci ha affidato la sua perla.

A presto!

 

FB_IMG_1555750786179.jpg

5 pensieri su “Sapessi, Luca”

  1. Grande recensione. Non hai sprecato una parola e hai condensato tutte le emozioni che hai trovato, compreso l’accenno alla famiglia di Davide. A proposito di Davide poi, continuate pure a fargli i complimenti per quanto è dolce, sensibile e buono, visto che tutti dicono che “io sono lui”… Grazie davvero per le bellissime parole. Sono contentissimo.

    Piace a 1 persona

Rispondi a Buona_lettura (@Buona_Lettura_) Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...