Tracce d'autore: interviste

Tracce d’autore: Chiara Proietti

20200607_174754_0000

Nuovo appuntamento con le interviste di Tracce d’autore, la nostra chiacchierata con autori di generi diversi per conoscerli un po’ meglio attraverso le parole scelte di volta in volta da me.

Ecco gli indizi per scoprire di chi parliamo oggi:

È appena uscito il suo secondo romanzo che a molto a che fare con i “ricordi”; il suo pseudonimo è legato al nome della sua prima protagonista; è attiva anche su wattpad ed è romana verace.
Di chi starò mai parlando?

Ciao Chiara Proietti e grazie di essere qui.

1. Per prima cosa ti chiedo di presentarti per chi ancora non ti conoscesse.

Ciao Paola, sono Chiara Proietti, ho trent’anni e vivo nella provincia di Roma. Sono una persona solare, dinamica e testarda. Quando non scrivo lavoro come amministratrice nell’attività di famiglia. Al di fuori del lavoro sono una fidanzata e un’amica molto presente. Le mie passioni, oltre la scrittura e la lettura, sono: gli animali, la musica, viaggiare, vedere film e serie tv.

2. Se ti dico amicizia, cosa ti viene in mente?

Il primo pensiero va a una delle mie migliori amiche: Adriana, con cui ormai ho un rapporto che va oltre l’amicizia. Inoltre mi vengono in mente parole come: lealtà, fiducia, rispetto, felicità e protezione; perché l’amicizia è anche tutto questo.

3. Ricordi.

Passato, felicità, sofferenza… Come tutti anch’io ho molti ricordi belli e brutti, ognuno di questo mi ha insegnato qualcosa e ha fatto sì che diventassi la donna che sono ora. Se dovessi parlarti di un ricordo, in questo periodo particolare della mia vita, ti parlerei di qualcosa che riguarda mia nonna.

4. Se ti dico estate?

Mare, relax, amici, divertimento. La mia stagione preferita!

5. Se ti dico scrittura, qual è il tuo primo pensiero?

Pianificazione. Nella vita sono una persona molto organizzata, avere tutto sottocontrollo mi aiuta ad affrontare qualsiasi cosa. Nella scrittura quindi preferisco avere un piano ben preciso, soprattutto per non uscire dalla trama. Quindi, inizialmente, mi creo uno schema con i punti più importanti da seguire, dopodiché vado molto a braccio (lo so è un controsenso, ma è così). Mi lascio trasportare dagli eventi che narro, le situazioni che creo, tenendo sempre presente l’obiettivo finale e i punti focali.

6. Legami. Nei tuoi libri affronti le diverse sfaccettature dei rapporti, siano di amicizia, sentimentali o familiari. Cosa puoi dirci?

Nella Trilogia dei Ricordi, ho voluto mettere su carta qualcosa di cui so parlare e ho esperienza. Essendo i primi libri, la prima volta che scrivevo seriamente, ho preferito farlo ispirandomi ai legami della mia vita, quelli a cui tengo. Fin da piccola sono cresciuta con un grande senso del rispetto, indispensabile per far funzionare qualsiasi rapporto. Il rispetto chiama la fiducia e la leatà… tre elementi che vanno a braccetto. Nelle mie storie cerco sempre di far arrivare questo messaggio e riflettere molto su se stessi.

7. Paura. C’è qualcosa che ti spaventa?

Sono aracnofobica, quindi quando parliamo di qualcosa che mi spaventa i ragni sono la prima cosa a cui penso. A parte questa fobia però, ho molto paura del futuro, di non riuscire a realizzare i miei obiettivi, di non avere tempo.

8. Se ti dico Delusione, invece?

Sono stata delusa tante volte, non so associare un’esperienza particolare a questa parola. Provarla comunque è una sensazione orribile, perché a volte si perde la fiducia e la speranza.

9. Futuro. Cosa vedi proiettandoli in avanti?

Come ti dicevo prima, l’argomento futuro mi fa paura, mi viene proprio l’ansia. Io provo con tutta me stessa a inseguire i miei obiettivi, quindi spero di riuscirci e trovarmi tra qualche anno con una casa tutta mia, la mia indipendenza, una famiglia e qualche soddisfazione nel campo letterario.

10. Ultima domanda. Vuoi aggiungere qualcosa per concludere la nostra chiacchierata insieme?

Voglio solo ringraziarti per questa intervista, mi è piaciuta molto, è stato un modo per riflettere su me stessa. In alcuni punti mi hai messo leggermente in difficoltà, ma nel senso buono, perché mi hai permesso si scavare più a fondo dentro di me. Grazie per questa esperienza.

20200629_215715_0000

Vi ricordo che il libro di Chiara Proietti è disponibile sul sito di Amazon e Kindle Unlimited.
Se volete, trovate le recensioni di Come calamite e Illegalmente noi nella sezione Recensioni del blog.

Ringrazio Chiara per aver accettato di partecipare con entusiasmo.
Non mi resta che rimandarvi alla prossima intervista.

Chi sarà la prossima vittima?!

A voi scoprirlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...