Recensioni

Il solo posto al mondo

Oggi vi parlo di un romanzo da non perdere:

~Il solo posto al mondo

~Autore: Giacomo Assennato

~Editore: Milena edizioni

~Genere: LGBT

~Data di uscita: 7 giugno 2021 ebook; 14 giugno 2021cartaceo

~232 pagine

~Trama:

Gabriele ha scelto di essere invisibile, di chiudersi al mondo e di dedicarsi solo
allo studio, e gli riesce davvero bene. Non vuole mostrarsi agli altri per quello che è e ha
preferito abbracciare la solitudine.
Cristian è diverso. La sua famiglia lo appoggia in tutte le scelte e si sente libero di vivere
come vuole. Con la sua intraprendenza scioglie il nodo che impedisce a Gabriele di essere
se stesso, allontanando la sua malinconia di fondo.
Tra i due nasce un’intensa storia d’amore, ma eventi inaspettati si frappongono ai loro
progetti e desideri. Gabriele e Cristian si amano, ma devono fare i conti con la vita, che
accade e basta, senza chiedere il permesso.

~Considerazione personale:

Il solo posto al mondo si impone come uno dei miei romanzi preferiti di questo autore, anche se sarebbe difficile per me fare una classifica.

È la storia di una vita intera, dal periodo universitario in avanti, di due ragazzi opposti, che mai si sarebbero Incontri se non avessero deciso per caso di sedersi in mensa allo stesso tavolo. Nessuno dei due sa che quel momento cambierà per sempre le loro strade. La dolcezza e l’allegria contagiosa di Cristian spingeranno Gabriele a uscire dal suo mondo, fatto di studio e solitudine, di non detti per paura di non essere compreso fino in fondo. Cristian riuscirà a renderlo più aperto e gioviale, facendogli capire che i sentimenti e le sensazioni che prova non vanno represse ma sono un bene raro da custodire.

E la loro storia d’amore sarà ricca di dolcezza, di un amore che non soffoca ma sbrona a dare il meglio, anche in campo professionale, finché una partenza improvvisa mette molti chilometri tra loro. E sarà in questo periodo difficile da superare, che Gabriele ricadrà nei vecchi schemi rintanandosi in se stesso, abusando di ansiolitici per tenere a bada l’ansia. Cristian, invece, sfogherà tutto in una rabbia incontenibile. E nel momento di maggiore sconforto o di solitudine sarà lì che un errore modificherà nuovamente il corso del loro rapporto. Sarà per sempre? Dovrete scoprilo leggendo!

Posso anticiparvi che è un romanzo emozionante, ricco di temi che non potranno non coinvolgervi. C’è laccettazione di se stessi, la famiglia, la solitudine. Il distacco e le difficoltà che ne derivano. Ci sono i dissapori, le cadute e gli errori che fanno male. Ci saranno le conseguenze, quelle che non possono essere ignorate, come non si può, però, ignare il cuore. Quindi ci sarà il coraggio e una comprensione inaspettata. Ma soprattutto troverete un legame che non si spezza, anche dopo anni, anche a distanza.

Lo stile è semplice e d’impatto allo stesso tempo. I capitoli sono scorrevoli e non vi accorgerete di essere quasi alla fine. Ho adorato i due protagonisti, ma anche i personaggi secondari che hanno tutti un ruolo specifico: ad esempio Angelo e Valentina, ma anche il ruolo dei genitori e Alessio. Mi è piaciuto nel finale come la scelta di Gabriele viene spiegata con serenità, con affetto anche se a qualcuno fa male (capirete a cosa mi riferisco, ma non posso aggiungere altro) e come in un certo senso la storia si ripeta col il personaggio di Ivan.

Non posso che consigliare ancora una volta la lettura: quest’autore ha il dono di toccare dei temi delicati e di incatenarti alle vite dei suoi personaggi. Sa emozionare e fa riflettere, non solo sul tema dell’omosessualità visto il genere scelto, ma su tutto ciò che ruota intorno e non è poco. Quindi lo consiglio a tutti, perché la storia di Gabriele e Cristian potrebbe essere molto attuale e pertinente oggi, soprattutto nella seconda parte della narrazione.

Ringrazio Giacomo per la fiducia e la possibilità di leggere in anteprima i suoi romanzi: ormai aspetto il prossimo con trepidazione. Ringrazio la casa editrice per la collaborazione. Un grazie a chi di segue e legge.

Non mi resta che rimandarvi al prossimo viaggio.

A presto.

1 pensiero su “Il solo posto al mondo”

  1. Non trovo parole adeguate per dirti quanto questa recensione mi abbia emozionato. C’è tutto e soprattutto e l’hai “sentito” come io l’avevo pensato. Grazie di cuore!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...