Nuove uscite

Ti lascio la mia vita

~Ti lascio la mia vita

~AUTORE: Simona Pugliese

~EDITORE: Words Edizioni

~GENERE: Narrativa generale

~FORMATO: Ebook (2,99) – Cartaceo (15,90)

~RELEASE DATE: 06 settembre 2021

~DISPONIBILE SU AMAZON E CON KINDLE UNLIMITED

~A BREVE IN TUTTE LE LIBRERIE

Cosa faresti se all’improvviso fossi costretta a vivere la vita di tua sorella?

~TRAMA:

Luna è uno spirito libero: si gode la vita con le sue due migliori amiche Beatrice e Valeria, è allergica agli impegni a lungo termine e a tutto quello che richiede responsabilità. Stella, sua sorella gemella, è l’esatto opposto: dolce con tutti, fa sempre la cosa giusta per non ferire nessuno. Luna e Stella all’apparenza sono profondamente diverse, eppure sarà proprio così?
L’esistenza di Luna è stravolta quando le viene consegnata una lettera con una particolare richiesta: Ti lascio la mia vita, prenditi cura di lei. E, all’improvviso, nulla sarà più lo stesso. Costretta a prendersi delle responsabilità e ad affrontare numerosi cambiamenti, Luna non si sente all’altezza del compito che le è stato affidato: dovrà badare a una casa che non è la sua e a un cane che non sopporta. Per fortuna, però, ad aiutarla ci sono le amiche di sempre e un bellissimo vicino affidabile e gentile. In questo nuovo scenario, riuscirà per una volta a mettere gli altri prima di se stessa?

~BIOGRAFIA:

Classe 1987, una laurea magistrale in lingue e letterature moderne, Simona Pugliese è nata e vive a Catanzaro con la famiglia e tre distributori ambulanti di pelo e fusa. “Ti lascio la mia vita” è il suo romanzo d’esordio.

~ESTRATTI:

  1. La tua vita può cambiare dalla sera alla mattina. Alcune volte ci mette un attimo a ribaltarsi, a passare dalla luce al buio e viceversa. Un solo attimo. Mentre tu ci metti un’eternità ad abituarti al cambiamento. Vivi ogni giorno, mettendo in scena la tua vita, senza sapere che dietro le quinte qualcuno ha scritto per te il copione di un’esistenza alternativa.
  1. «Non volevo disturbarti. Sarei venuto domani a salutarti, ma ho sentito i tuoi passi e ho pensato che forse anche tu non riuscissi a dormire.»
    «Già.» Ha pensato bene.
    «Lo sospettavo. Ecco perché ti ho portato una camomilla di benvenuto.» Da una tasca del pigiama tira fuori due bustine. Camomilla? Cos’ha contro l’alcol di benvenuto? 
    Non essere scortese, Luna. Ringrazialo e basta.
    «Grazie.» Allungo una mano per prenderle. 
    «Ci sarebbe un’altra cosa…» aggiunge.
    Lo guardo speranzosa: ora tira fuori qualcosa di alcolico da sotto quel pigiama?
    «Tieni.» Dall’altra tasca tira fuori un perizoma. Merda! Forse non abbiamo raccolto proprio tutto dopo l’incidente di Beatrice con la valigia.
    «Mi stava aspettando sul vialetto di casa.» Mi guarda divertito. «E visto che non è mio, ho pensato fosse tuo.»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...