Recensioni

MARLON. La mia anima nella tua

Buongiorno,

oggi vi parlo di:

~MARLON. La mia anima nella tua

~Autore: Benedetta Cipriano

~Genere: Music Romance- Second chance- Slow Burn

~Autoconclusivo

~Data del release: 20 Aprile 2022

~Trama:

Ancora.

Li sento ancora addosso, quegli occhi neri. Mi avvolgono come un cielo stellato squarciando le mie notti buie, fino a cadere nella mia anima.

I suoi sono occhi in grado di far crollare i muri, di permettere al mio cuore di tornare a battere, di ritrovarsi anche se in frantumi. Di raccogliere i pezzi per ricominciare.

Ma ora quegli occhi non brillano più per me. 

Non si tuffano più nei miei. Non mi cercano come se fossi il sole a mezzogiorno.

Adesso quegli occhi si posano su qualcun altro.

Qualcuno che non sono io.

Qualcuno pronto a prendersi qualcosa che mi appartiene.

Ma io non lo permetterò. Perché quegli occhi sono stati fatti per me. Perché la sua bocca è fatta per abbattersi contro la mia, il suo respiro per essere ingoiato dalle mie labbra mentre facciamo l’amore, le sue mani per aggrapparsi alle mie spalle e il suo corpo per avvinghiarsi al mio.

Perché lei è sensuale quanto la musica, avvolgente come il jazz, calda come l’estate a New Orleans.

Perché il suo profumo mi manda su di giri, riportandomi a casa ogni volta che mi perdo.

Perché la sua anima è vintage come quella della mia Mustang.

Perché il suo tocco mi accende, mi fa ardere, bruciare.

Perché Eileen mi ricorda che siamo ancora vivi, anche se i nostri cuori sono avvolti dalla cenere.

Perché siamo due opposti che funzionano soltanto insieme.

Perché lei è sole e io sono pioggia.

Lei è brezza e io tempesta.

Lei è il colore e io il buio.

Lei è la mia rovina e la mia rinascita.

Perché non esiste Marlon senza Eileen. Non esiste la mia anima senza la sua.

~Considerazione personale:

Devo dire che questa autrice riesce sempre a coinvolgermi nelle sue storie e credo che man mano dovrò recuperare quelle che non ho letto fin’ora. I protagonisti di questo romanzo sono Marlon ed Eileen, una coppia il cui amore traspare dalla prima riga, ma che qualcosa ha sfaldato. Lei è partita con il cuore ridotto in milioni di cocci e solo l’amore di sua sorella e dei suoi nipoti è riuscito a lenire, in parte, le sue ferite. Dopo cinque anni si sente pronta a ritornare e a prendere in gestione il jazz club della sua famiglia malgrado sia consapevole che a New Orleans ha i suoi fantasmi da affrontare, e soprattutto lui, l’uomo che tentato di estirpare e dimenticare. Le coincidenze ci metteranno lo zampino ma anche la caparbietà di Marlon, un uomo misterioso, taciturno e a tratti burbero, che riesce a esprimersi solo attraverso la musica ma che sa esattamente cosa vuole: riconquistare la sua Nota Stonata. Ma non è semplice ricominciare, ci sono argomenti importanti da affrontare, cose da chiarire e ricordi dolorosi da scoperchiare… e se Eileen avesse trovato la felicità altrove, tra le braccia di un altro uomo? A voi scoprire cosa succederà tra le pagine di questo libro…

Ho adorato molto l’ambientazione e il fascino di New Orleans, il quartiere francese, gli angoli in cui chiunque può improvvisare un concerto di musica jazz. È come se la musica e la città fossero un tutt’uno e ho avuto la sensazione costante che circostanze mutassero accompagnate da note malinconiche e poi energiche, per poi cambiare ancora. Come se ci fosse una colonna solonna, una tromba che suona e accompagna la storia dei nostri protagonisti sempre; almeno è ciò che ho immaginato io.

Ho adorato anche l’unione familiare che si percepisce nella famiglia di Eiileen, ma soprattutto in quella di Marlon: l’amore fraterno, quello di un padre verso una figlia acquisita che ha ritrovato la strada di casa, perché non c’è rancore ma solo la speranza che quel momento si concretizzasse. Il legame tra Marlon e la sua Nota Stonata non è fatto di tante parole, ma sguardi ed emozioni che nessuno dei due riesce a celare. Eileen ha i suoi demoni da superare, Marlon il suo senso di colpa eppure lo stare insieme, la determinazione di lui di non mollare ma lasciarle nello stesso i suoi tempi, iniziano a fare breccia. Ma sarà così semplice dimenticare il passato?

Ho apprezzato anche i capitoli sul passato dei personaggi, sui momenti salienti della loro vita prima della separazione che ci mostrano e ci fanno ricostruire, pezzetto dopo pezzetto, le ragioni che hanno sfaldato un amore tanto grande. Lo stile risulta molto scorrevole, come la lettura in generale, ma soprattutto vi spingerà la curiosità di scoprire e compredere i motivi che avevano distrutto una coppia così unità. E il motivo c’è ed è importante, un tema che mi ha fatto riflettere, che ci fa porre delle domande. C’è tanta sofferenza e dolore negli occhi limpidi di una ragazza che da un giorno all’altro ha perso la sua spensieratezza e si è chiusa in se stessa. E c’è Marlon che ha un forte senso di colpa per questo, perché la musica lo aveva portato altrove. Anche lui è un uomo spezzato dal rimorso di non aver fatto di più, di non essere riuscito a salvarla dalle ombre, ma ciò che traspare è il suo non arrendersi. All’inizio combatte contro se stesso, contro il dubbio che lei possa essere felice altrove e con un altro, ma poi decide di rischiare e di farlo fino in fondo. E lei si rende conto che alcune cose non si possono dimenticare, che è sopravvissuta solo attraverso il suono di una tromba, un sax e un pianoforte, nelle note della canzone che lui aveva scritto per lei tanti anni prima.

È una storia da scoprire, c’è emotività, dolore, ci sono sorrisi, c’è la consapevolezza che lenisce e fa affrontare il passato, ci sono i sentimenti veri e ingestibili e c’è la musica specchio dell’anima.

Lo consiglio a chi cerca una storia ricca di sensazioni diverse, a chi ama la musica, a chi vuole rimanere impigliato in un amore forte ma complicato dalla circostanze avverse. A chi vuole crescere con Eileen, a chi cerca la sua forza, quell’appiglio per tornare a vivere e ad essere felici.

Ringrazio l’autrice per la disponibilità e collaborazione, sono contenta di aver potuto leggere questa storia in anteprima. Un grazie a chi ci segue e legge.

Non mi resta che rimandarvi al prossimo viaggio.

A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...