Recensioni

La nostra identità (vol.2)

Oggi vi presento:

~La nostra identità

~Titolo originale: Who we are

~Serie: The Seafare Chronicles #2

~Autore: TJ Klune

~Traduttrice: Ida Giannini

~Editore: Triskell edizioni

~Genere: Contemporaneo

~Lunghezza: 380 pagine

COLLANA: RAINBOW

~Prezzo Ebook: € 5,99

~Prezzo cartaceo: € 15,00

~Uscita: aprile 2022

~Trama:

L’estate è passata e Bear, Otter e Kid sono riusciti a superarla mantenendo anima e cuore integri. Sono andati a vivere nella Mostruosità Verde e Bear è finalmente in grado di ammettere il suo amore per l’uomo che l’ha salvato da se stesso.
Ma la loro storia non finisce qui. Come potrebbe?
I ragazzi scoprono che la vita non si ferma solo perché hanno trovato il loro lieto fine. Devono ancora affrontare la battaglia legale per la custodia di Kid. Il ritorno dei genitori di Otter. La prima serata in un locale gay. E Kid che va in terapia, e la signora Paquinn che si è messa in testa che Bigfoot esiste. Poi ci sono Anna e Creed, che stanno combinando qualcosa. Fa qualche comparsa la gelosia. Si ripresentano vecchi nemici, brutte poesie e gabbiani misantropi. E durante tutto questo, Bear lotta per comprendere il motivo per cui la madre ha abbandonato lui e il fratello, solo per trovarsi invischiato ancora più profondamente nel loro passato condiviso. Ciò che scopre cambierà per sempre le loro vite e lo aiuterà a capire cosa serve davvero per diventare chi si è destinati a essere.
La famiglia non è sempre definita dai legami di sangue. È definita da chi ci rende completi: sono loro che plasmano la nostra identità.

“La famiglia non è sempre definita dai legami di sangue.” Continuano le mirabolanti e commoventi avventure di Bear, Otter e Kid, tra vecchi nemici, poesia epica e gabbiani misantropi.

Nota: il libro è una seconda edizione con una nuova traduzione.

~Considerazione personale:

Con molto piacere torno a parlarvi di Bear Otter e Kid. Molte cose sono cambiate: tutti vivono insieme nella “mostruosità verde”, Bear ha ammesso i suoi sentimenti, Ty ha un nuovo amico ed è pronto a saltare un anno a scuola. Ma le difficoltà non sono accantonate, infatti la battaglia per la custodia di Kid va avanti mentre della madre sembra non esserci traccia.


Tra strane ed esilaranti cene di famiglia in cui tutti i segreti di tutti verranno a galla, l’inizio dei corsi di Bear, un’esperienza in un locale gay e l’intensificarsi delle convinzioni da eco terrorista vegetariano, l’autore ci mostra la nuova quotidianità dei nostri protagonisti, fatta di novità, ma anche di tante certezze: e mi riferisco alla presenza di Anna, Creed, la signora Perquinn e i genitori dei ragazzi.
Interessanti anche le new entry come Dominic, un ragazzo di quindici anni, silenzioso e con un passato difficile che diventa amico di Ty e sembra riuscire a comprenderlo meglio di tutti; David e Isaiah che porteranno un certo scompiglio nella coppia. Soprattutto Isaiah è un personaggio che vi farà sorridere, ne sono certa.


La storia è molto scorrevole; vi avviso la prima parte del libro potrà sembrare senza grandi sconvolgimenti, semplice, ma in realtà vi sta preparando alla seconda metà in cui vi aprirà in due il petto e vi farà soffrire e anche piangere una valle di lacrime. Per cui occhio, niente è troppo facile!


I temi trattati sono molti: c’è soprattutto la consapevolezza di Bear che capisce che suo fratello sta crescendo ma, nonostante si mostri molto maturo rispetto alla sua età, è sempre un bambino e ha dei cedimenti, ha bisogno di essere rassicurato e ha bisogno di digerire con calma tutti i cambiamenti. C’è un legame che ha alti e bassi, come in qualsiasi coppia: ci sono le discussioni, ci sono le paure radicate di Bear, ma anche la volontà di andare avanti insieme. Ci sono le mazzate che la vita pone sulla strada, il timore che sia tutto perso, l’attesa, la speranza. C’è la lotta coraggiosa per la custodia di Kid e il sostegno di tutti gli altri personaggi, c’è la resa dei conti e nuovi equilibri che vanno a crearsi e vanno accettati.


Lo stile è quello che abbiamo imparato a conoscere nel volume precedente: abbiamo il racconto dal punto di vista di Bear, i suoi monologhi interiori e le battaglie con la voce nella sua testa… Ma è proprio per la sua particolarità, le sue nevrosi e il suo rimuginare che abbiamo imparato ad amare un protagonista come lui. Troverete anche molto divertimento e scene esilaranti in cui Kid cerca di attuare il suo piano contro la carne!


Lo consiglio a chi, come me, non vedeva l’ora di conoscere come la storia si sarebbe conclusa; a chi l’ha amata e chi ne leggerà ancora in futuro.

Ringrazio la casa editrice per la possibilità di aver scoperto un autore che è diventato certamente uno dei miei preferiti. Un grazie a chi ci segue e legge.


Non mi resta che rimandarvi al prossimo libro.


A presto!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...