Recensioni

Come la marea (vol.1)

Oggi vi parlo di:

~Come la marea

~Autore: Diana D.P.

~Serie: Rockland #1

~Genere: romance MM contemporaneo

~Autoconclusivo: sì

~Data di pubblicazione: 21 settembre 2022

~Pagine: 270 circa

~pubblicato in Self-publishing

~Trama:

Dopo aver studiato a Stanford, Samuel Tran ha scelto di tornare a vivere nella
cittadina di Rockland, in Maine, per insegnare. A trentadue anni conduce una vita semplice ma soddisfacente e ha ben poco interesse per la confusione della grande città. Ha infilato i suoi sogni in un cassetto e ha preferito mettere una distanza enorme fra lui e un passato
che tenta di dimenticare e che ha solo amplificato le sue insicurezze. Non può immaginare che quel passato sta per piombargli direttamente in casa. Rivedere Owen è come un incubo che si materializza.
Owen Carter è felice di poter finalmente realizzare le sue aspirazioni. La società per la quale lavora ha approvato il progetto per la costruzione di un albergo di lusso
ecosostenibile sulla East Coast e la cittadina di Rockland è il luogo ideale. Sa già che dovrà confrontarsi con la diffidenza degli abitanti del New England, ma quando si rende conto che l’ostacolo maggiore è rappresentato da Samuel Tran, scontroso professore e suo ragazzo ai tempi del College, persino il suo cinismo vacilla. Samuel, inoltre, sembra deciso
a non voler avere niente a che fare con lui.
Le incomprensioni del passato possono pesare come un macigno, impossibile da spostare da soli. A meno che non si trovi il coraggio per farlo in due.

~Considerazione personale:

Ho letto questo romanzo in anteprima questa estate e devo dire che l’autrice riesce sempre a coinvolgermi. La storia si svolge in una piccola città del Maine, Rockland: Samuel è tornato a casa dopo l’università e alcuni sogni infranti, insegna ed è il presidente del comitato di salvaguardia del faro; svolge una vita semplice e ha tentato di dimenticare un periodo che ha messo a dura prova la sua autostima. Accanto a lui c’è Joshua, il suo più caro amico e spalla su cui piangere, un personaggio molto allegro e vivace che rivedremo, spero presto, in viste di protagonista principale.

Sarà il progetto di un albergo ecosostenibile a portare scompiglio in città e soprattutto i due capi progetto: Owen e Nathan. Samuel sarà immediatamente contrario e si batterà con le unghie e con i denti… Soprattutto perché Owen è una sua vecchia conoscenza, anzi il ragazzo di cui si era innamorato al collage e con cui le cose sono andate a rotoli senza mai un vero chiarimento.

Il passato ritorna all’improvviso e così i vecchi ricordi e quel senso di inadeguatezza per Samuel. Ma Owen non capisce, non comprende quell’odio o perché Sammy sia scomparso all’improvviso, ma farà di tutto per vederci chiaro. Cosa succederà? Be’, vi consiglio di leggerlo per scoprirlo…

Una storia scorrevole, che si legge in poco tempo. Un’ambientazione da sogno che è un po’ una caratteristica dei romanzi di questa autrice: sa descrivere e rende vive le città e i luoghi di cui si parla come delle piccole cartoline. Ho amato il faro in questo caso e la sua spiaggia.

Interessanti anche i due coprotagonisti: Joshua e Nathan, due uomini così diversi che si incontrano e le cui vite proseguono parallele. Eppure qualcosa ha lasciato un segno che nessuno dei due forse sono pronti ad ammettere: mi hanno messo molta curiosità devo ammettere.

I protagonisti Samuel e Owen appartengono a due mondi diversi: Sammy è un sognatore, ha la passione per la natura e la scrittura; Owen proviene da una ricca famiglia, vive in città e il suo lavoro è al primo posto, purché possa farlo secondo secondo i suoi principi. Due realtà agli opposti che hanno trovato un punto di contatto in un giovane e fragile sentimento non del tutto sbocciato, che dopo anni ha lasciato segni profondi. Sarà difficile e doloroso ricominciare, ma se la realtà fosse un’altra da quella che per tanto si era creduta l’unica spiegazione plausibile? E i due personaggi intervengono sulle loro vite in modo opposto dopo la separazione: Owen trova il coraggio di seguire i suoi sogni fino in fondo, contro la sua famiglia e la società che avrebbe dovuto dirigere e lo fa anche grazie alla tenacia del giovane Samuel di sognare e non porre limite alla sua fiducia nelle proprie capacità; eppure Samuel si scontra con la cruda realtà e capisce che deve ridimensionare le sue aspettative a fronte di progetti infranti. Ma sarà proprio la presenza di Owen, il guardarlo con occhi nuovi, il suo impare di nuovo a conoscerlo, a vedere quella parte buona e genuina che le incomprensioni avevano sporcato, portano Sammy ad evolversi, a rimettersi in gioco a riprovare.

I temi trattati sono molti: c’è il tema della famiglia, l’amicizia. C’è il divario sociale, la paura di soffrire, di non essere abbastanza, di essere abbandonato ancora. Ma c’è la speranza, la consapevolezza di essere stati “ingannati” dalla propria famiglia, la fiducia labile di una relazione che non si era concretizzata mai prima, ma che è reale come il sentimento vero che lega, dopo anni, Samuel e Owen. C’è l’amore per la natura e per i luoghi magici che non vanno distrutti, ma tutelati.

Lo consiglio a chi cerca una storia d’amore delicata, in cui si soffre ma si rinasce non solo come coppia, ma soprattutto come singoli.

Ringrazio l’autrice per la disponibilità e collaborazione di questa lettura in anteprima. Un grazie a chi ci segue e legge.

Non mi resta che rimandarvi al prossimo viaggio.

A presto.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...