Recensioni

Confini (vol.3)

Ciao,

oggi vi parlo di:

~Confini

~Serie: Time #3

~Autrice: Diana D.P.

~Editore: Triskell edizioni

~collana romance

~genere: contemporaneo

~350 pagine

~Trama:

Dopo aver vissuto a lungo nell’anonimato, Adam Fion Cowen sceglie di tornare alla vita per la quale è nato. Figlio di un membro della Corte Suprema d’Irlanda che sta per essere nominato Ministro degli Esteri, appassionato di politica e storia fin da bambino, accetta di entrare a far parte dello staff di suo padre come consulente e di riprendersi il ruolo di rampollo di una delle famiglie più in vista d’Irlanda. Per molto tempo aveva preferito nascondersi, tagliando ogni rapporto con la sua famiglia, per punirsi di una colpa che non aveva e di un grave torto che aveva inflitto. Dotato di un infallibile intuito politico e molto colto, Adam aveva mentito sulla propria identità, lavorando molti anni in un pub per condurre una vita semplice ma piena di dolore, rinunciando persino alla speranza di avere l’unica donna che avesse mai amato: l’indipendente e volitiva Alicia Ring. Ora che ha fatto i conti con la propria coscienza, sa che tornare indietro e recuperare un rapporto distrutto, sarà un’impresa complicatissima.
Alicia odia i piagnistei e nella vita ha imparato a contare solo su se stessa e su pochi amici. Lavora da molti anni in un pub che ama e vive da sola da quando aveva diciott’anni. Abituata alla propria indipendenza, dopo tanto tempo ha accettato la realtà: lei e Adam non riusciranno mai ad avere un rapporto equilibrato. Quando Adam lascia il pub e sparisce dalla vita di tutte le persone che aveva frequentato a lungo, Alicia soffre in silenzio e dice addio al suo sogno infantile. Del resto, il loro rapporto, iniziato con i fuochi d’artificio, in pochi mesi si era trasformato in un incubo che cerca ancora di dimenticare. L’Adam che aveva conosciuto, sorridente, brillante e appassionato, aveva lasciato il posto a una persona cinica e crudele, soprattutto nei suoi confronti. Il suo equilibrio emotivo, però, viene scosso nel momento in cui scopre che Adam Rowan non è mai esistito e che la persona che amava in realtà è un Cowen e fa parte di un mondo che con il suo non potrebbe mai fondersi. Sono troppe le situazioni che li separano, ma i sensi di colpa e il destino decidono di allearsi: fra incontri fortuiti, discussioni dolorose, verità svelate e amici schierati dalla loro parte, non sarà semplice per Alicia mantenere il proposito di odiare Adam per il resto della sua vita.

~Considerazione personale:

Un romanzo che atteso con molta curiosità, i personaggi di Adam e Alicia mi hanno sempre affascinato, ma rimanevano sullo sfondo nei romanzi precedenti. Questo mi ha portato a chiedermi del perché di tanto astio tra loro e leggendo questo volume posso assicurarvi che ogni tassello prenderà il suo posto.

Devo ammettere che i protagonisti risultano davvero complessi, portano diversi pesi sulle spalle, che si stratificano anno dopo anno e li portano ad allontanarsi nonostante la presenza di un’attrazione forte e irresistibile.

Adam rifugge la sua vita, le responsabilità. Vive in una normalità che si è costruito e che, a causa di un evento traumatico che lo segnerà moltissimo, si ritroverà in frantumi. Sarà proprio in quel momento che i sensi di colpa e la sua voglia di punirsi per gli errori commessi lo trasformeranno in un automa senza sentimenti. E in tutto questo Alicia non capisce. Presa, amata, rifiutata e poi ancora presa e messa da parte. Lei è il personaggio forte tra i due: una giovane donna senza famiglia, indipendente, che lavora e lotta per sopravvivere. Lei non crede che i suoi sogni possa avverarsi, ma cerca di esprimere se stessa attraverso le sue foto. E proprio nel momento in cui la verità le verrà sbattuta in faccia, la paura di non essere abbastanza diventa feroce.

Due mondi apparentemente destinati a non incontrarsi mai, eppure che si attraggono come due calamite. Potremmo le emozioni superare gli ostacoli che lastricano il loro cammino? Be’, posso solo dire: godetevi il viaggio tra le pagine di questo romanzo.

È una storia ricca di sofferenza, dolore ed emotività. Ci sono gli sbagli che corrodono l’anima, che mandano fuori di testa, che non si riescono a superare. C’è la perdita, il tema della famiglia, delle apparenze, l’amicizia come ancora di salvezza. C’è l’amore, quello felice e puro dei primi incontri, e quello che fa male e si rifugge per evitare di non soffrire. C’è la consapevolezza di mostrare se stessi e non le maschere che si erano costruite, c’è la crescita personale e professionale, il coraggio di rischiare, di perdonare.

Ho apprezzato lo stile dell’autrice, la decisione di inserire molti flashback che ci rendono partecipi di determinati episodi collegamenti al presente e importanti per comprendere il legame dei protagonisti. Ritroveremo delle vecchie conoscenze: da Daniele a Stefano, Sean, Colin, Patrick, Russell, John e tutti i ragazzi del pub.

È una lettura piena, non sempre capirete le scelte di Adam, ma io vi dico di dargli una possibilità perché alla fine tutto vi sarà più chiaro. Sono convinta di non essere stata in grado di descrivere la potenza di questo romanzo: ci sarebbero tante cose da dire, temi da affrontare, ma non amo gli spoiler.

Non posso che consigliare la lettura a chi ama le storie ricche, emotive, tutte da scoprire a poco a poco; in cui i protagonisti sono reali, umani e ricchi di fragilità, ma non si arrendono.

Ringrazio la casa editrice e l’autrice per la lettura. Un grazie a chi ci segue e legge.

Non mi resta che rimandarvi al prossimo viaggio.

A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...