Invicta

coverale6

 

Oggi vi parlo di una storia che vi terrà incollati fino alla fine, ne sono certa.

Si tratta di:

~INVICTA,  Sarò sempre un passo avanti a voi. Primo capitolo della Genova Criminale Saga

~Autore: AlexSandra S.

~Genere: Giallo dalle sfumature rosa

~Pubblicato in self publishing

~Data di pubblicazione:  28 marzo 2019 cartaceo

~Trama:

Genova ha paura: i genovesi hanno paura.
La luce della sua lanterna proietta sulla città l’ombra sinistra e sadica di un pericoloso serial killer.
Non si sa nulla di lui. Si muove nel buio, non lascia tracce, ma solo un’inquietante biglietto da visita: un post-it giallo riportante la parola “INVICTA”.


Saranno l’ispettore capo Alessandro Barzagli e il suo scapestrato collega Giorgio Ferro a occuparsi del caso. Due personalità distinte unite verso un solo obiettivo: mettere fine agli omicidi. Amici, oltreché colleghi, i due si vedranno costretti a intraprendere un viaggio all’interno delle loro anime. Il killer li metterà a nudo. Riuscirà Alessandro a tenere nascosto il suo doloroso passato? E Giorgio, il cui unico chiodo fisso sono le donne, sarà in grado di mantenere la sua fama di Casanova accanto all’affascinante collega Martina Bassi? Un thriller psicologico dalle sfumature rosa con un unico filo conduttore: chi è INVICTA e che cosa vuole?

~Considerazione personale:

Questa è una storia che ho assaporato pagina dopo pagina.
La trama mi è piaciuta particolarmente, soprattutto per la scelta di intervallate sapientemente indagini e vita quotidiana dei due ispettori.
La vicenda ruota intorno alla ricerca di un sanguinario killer che agisce nell’ombra, senza lasciare tracce, se un per un post-it che utilizza per firmare i suoi omicidi.

I personaggi maggiormente rappresentati sono i due protagonisti, Alessandro Barzagli e Giorgio Ferro. Due uomini completamente diversi che proprio per questo motivo formano una coppia professionale molto affiatata, come a completarsi a vicenda. Alessandro, ispettore, molto ligio al dovere, uomo serio e dedito alla sua famiglia, durante le indagini si troverà ad affrontare un avvenimento traumatico della sua adolescenza. E solo grazie alla sua squadra e al supporto di Giorgio, amico e non solo collega, riuscirà a trovare la forza di non mollare.

Giorgio, invece rappresenta il suo opposto in tutto. Ventisettenne, scapestrato col pallino per le donne. Lui affronterà un profondo cambiamento, soprattutto mentale, mostrandosi per quello che è veramente (secondo me), ovvero un uomo che ha paura di soffrire e restare da solo. Sarà proprio la loro collega Martina, timida ed impacciata, con la giusta grinta quando serve, a portare a galla queste qualità con non poche difficoltà.
Un trio ben congegnato.

 Anche il richiamo al passato di Alessandro, relativo al tema del bullismo e trattato con molta delicatezza, è stato incastrato alla perfezione con le vicende della realtà più attuale, relativa al periodo delle indagini. Posso solo antipicare che questo tema farà da cornice in tutta la storia, tra vicende presenti e passate dei personaggi, proprio perché il nostro killer ha come scopo quello di colpire sul vivo e al cuore i due investigatori, fino a varli vacillare.

Il capitolo in cui Barzagli dopo un incubo relativo al suo migliore amico, racconta la sua esperienza alla moglie è uno di quelli che ho apprezzato maggiormente.

Ai protagonisti  si aggiungono ulteriori personaggi secondari che rendono la storia equilibrata ed interessante, senza creare confusione nonostante siano tanti.  A mio avviso tutti hanno un ruolo ben delineato e costruito, soprattutto Martina e Jessica.  Personalmente, se devo proprio trovare una pecca, forse metterei più in luce la figura di Tiziano che è fondamentale (e qui taccio!). Ma questo è un mio consiglio.

Lo stile è avvincente, serrato, mai banale. Ho apprezzato anche i capitoli “leggeri” e divertenti usati per allentare la tensione e sottolineare il rapporto di amicizia tra due persone appena venute in contatto ma così affiatate. (Barzagli e Ferro)

E poi il finale è la soluzione dell’enigma non vi deluderanno di certo! E per le amanti delle storie d’amore “travagliate”, posso solo dire che anche voi non rimarrete a bocca asciutta.

~Lo consiglio a:

…chi è amante dei rompicapo, dei thriller e  misteri … il tutto condito da un tocco d’emotività e amore.

Io vi consiglio di leggerla e voi… non siete incuriositi nemmeno un po’? Trasformatevi in piccoli detective e che l’indagine abbia inizio!

Alla prossima.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...